CAPISPALLA: tendenze moda Autunno Inverno 2017-2018

Quali saranno i capispalla di tendenza per il prossimo autunno inverno 2017-2018?

 

Alla Parigi Fashion Week abbiamo visto in passerella i virtuosismi sartoriali di John Galliano per Maison Margiela. L’eleganza sublime dei capispalla creati da Alessandro Dell’Acqua per Rochas. I giubbetti corti e “striminziti” di Anthony Vaccarello per Saint Laurent. I nuovi piumini di Aalto. I capispalla di Balenciaga scomposti e ricomposti con abbottonature laterali, in un mix di modelli e tipologie.

 

Anche alla Milano Fashion Week c’è stata una grande varietà di stili e ispirazioni. Dai lunghi mantelli teatrali, misteriosi, fiabeschi visti da Alberta Ferretti ai mini chiodo decorati di drops e cristalli presentati da Fay. Dalle giacche in velluto matelassé ai fur coat fioriti di Gucci e ai capispalla ironici di Moschino.

 

Alla New York Fashion Week abbiamo avvistato giubbotti in shearling, cappottini slim fit dal mood late Sixties. Chiodi in pelle, parka tecnici e pellicce ladylike. Dai soprabiti Desigual ai maxi coat di Nicholas K.

 

Dalle sfilate della London Fashion Week arrivano cappotti stampati e arricchiti da applicazioni floreali e colli di pelliccia (Mary Katrantzou). Mantelle trapuntate dallo stile country (Mulberry) e piumini super colorati. Vernice e vinile a go-go sulle passerelle di Londra a cominciare dai cappotti di Christopher Kane, passando per il gilet glossy di Roksanda fino al trench burgundy chic di Joseph.

 

Il cappotto è protagonista

 

È stretto in vita da una sottile cintura (Jason Wu). È doppiato da uno strato impermeabile da Calvin Klein. È soft in versione vestaglia da Noon by Noor. È lineare e maschile sulla passerella di Victoria Beckham. È lungo per Alexander Wang, avvitato e doppiopetto da Altuzarra. È sartoriale e molto maschile per Thom Browne. È la rivisitazione del classico cappotto cammello da Michael Kors che crea due tagli funzionali per tirar fuori le braccia quando lo si indossa sulle spalle. Gesto statement che racchiude in sé tutta l’eleganza e la raffinatezza di un capospalla icona.

 

 

E poi le pellicce

 

Che sono colorate in tonalità pink poudre e super femminili da Tory Burch, a tinte vibranti da Jeremy Scott, a motivi intarsiati da Prabal Gurung, bubble pink da Tadashi Shoji. Oppure classiche nelle tonalità e nelle linee.

Sul versante casual sporty, invece, sono un must i piumini come il duvet Lacoste o quelli con micro fantasie floreali di Coach. E ancora i maxi giubbotti tecnici Nicholas K o il bomber che viene rivisto in chiave femminile con sete jacuard floreali e ruches décor da Concept Korea. Mentre Philipp Plein lo propone duro e puro con patch urban.

 

 

Preparatevi a un’invasione di chiodi in pelle dal taglio più slim oppure super caldi come i giacconi in montone. I più cool? Quelli visti da Coach, ma ne troverete per tutti i gusti e per tutti gli stili.

 

Rispondi